"rascel

«Io prendo manciate di parole e le lancio in aria; sembrano coriandoli, ma alla fine vanno a posto come le tessere di un mosaico».
(Renato Rascel)

martedì 20 agosto 2013

.... ma il senso civico è buona educazione, sensibilità, evoluzione o semplicemente amarsi?

Me lo chiedo spesso, specialmente quando assisto a certi fatti o noto gli effetti incresciosi di chi ha solo il suo ego come punto di riferimento.
La risposta può essere senz'altro in questo testo di R. Follerau postato ieri da Gemisto.
Ditemi se non è così.


La civiltà
(Raoul Follereau Nevers, Francia 17/8/1903 – Parigi, Francia 6/12/1977)
La civiltà non è né il numero,
né la forza,
né il denaro.
La civiltà è il desiderio paziente,
appassionato,
ostinato,
che vi siano sulla terra meno ingiustizie,
meno dolori,
meno sventure.
La civiltà è amarsi.






12 commenti:

  1. Hi sweetheart!
    what a beautiful and meaningful post!
    you always touch my heart...
    wish you a joyous week filled with great moments!
    kisses

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hi my darling,
      Happy to see you here my dear sensible and kind friend!
      Thanks for your gentle words :-)
      Fabulous week to you too!

      Elimina
  2. ....nel rispetto e nell'amore...
    Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  3. ...proprio cosi!
    Rispetto è principalmente e fondamentalmente amore.
    Un abbraccio con l'augurio di una felicissima giornata!!!

    RispondiElimina
  4. Non so da cosa sia nato questo post, ovvero a cosa ti riferisci quando dici "quando assisto a certi fatti", se parli in generale o di fatti specifici, ma le parole di Follereau (l'ho scritto bene? :-D) sono assolutamente ineccepibili. Sembra incredibile che ci sia chi possa non pensarla così... invece... :-(

    www.wolfghost.com

    RispondiElimina
  5. Scusami, in effetti sono stata molto generica.
    Sono fatti in generale che riguardano tutti.
    La mia riflessione parte da quelli specifici quotidiani.
    Come posso sentirmi quando aprendo la porta di casa per uscire, mi ritrovo il regalino del cagnolino della mia vicina lasciatomi durante la passeggiatina serale con la sua padrona?
    Oppure qualcuno ha pensato di parcheggiare la sua macchina proprio davanti all'uscita del mio garage, non posso uscire e sono già in ritardo?
    ... poi se leggi qui: http://grigionebbia.blogspot.it/2013/08/italia-spacciata1.html ti accorgi che le bravate di un egoista possono rendere difficile la vita di chi è più sfortunato.
    Così la riflessione di Follereau, guardandomi intorno, mi ha fatto pensare che tutti siamo d'accordo a parole, ma che molto spesso invece i fatti non sempre lo dimostrano.

    RispondiElimina
  6. Parole stupende!
    Lots of love, darling*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...saggezza e speranza soprattutto!
      e con lui mi piace dire che
      "a civiltà è il desiderio paziente,
      appassionato,
      ostinato,
      che vi siano sulla terra meno ingiustizie,
      meno dolori,
      meno sventure."
      Abbraccione

      Elimina
  7. Amarsi è già tanto, basterebbe solo il rispetto. Comprendo e condivido la tua amarezza.
    Uriel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Uriel,
      è proprio come dici tu, sperare nell'amore sembra sia troppo, ma sarebbe anche molto bello.
      Per me se ci fosse anche meno ipocrisia e solo voglia di apparire sarebbe meglio!
      un abbraccione!

      Elimina
  8. Risposte
    1. ... sono parole a cui dovrebbero seguire i fatti: il rispetto per tutti e per tutto si dovrebbe vedere tranquillamente e manifestarsi spontaneamente.
      Un abbraccio,un sorriso e un salutone!

      Elimina

Ciao, grazie per essere arrivati qui tra le mie "Reveries".
La mia curiosità di conoscervi è grande, se vi va, lasciate qui un commento.
... e se non avete un blog, postate come anonimo, ma lasciate il vostro nome, mi piace vedervi come persone